Banca Raiffeisen
1990 - 1993 Verscio

(1° Premio)

La funzione di servizio regionale della sede della Banca Raiffeisen è parte integrante dell’impostazione urbanistica e architettonica del nuovo insediamento.
È stato privilegiato il rapporto tra la sede dell’istituto bancario e la strada cantonale che collega i villaggi pedemontani. Questa relazione territoriale è stata rafforzata estendendo lo slargo di proprietà comunale sul sedime privato della banca, così facendo si è ottenuta una piazzetta. Il carattere peculiare dell’edificio e la sua funzione pubblica sono stati espressi nella facciata sulla piazza, scavata da un’imponente fenditura verticale: unico varco per accedere al cuore della banca.
Il fronte principale si pone quindi come immagine dominante, immediatamente riconoscibile anche da chi transita sulla strada. I due fronti laterali, praticamente ciechi, sottolineano la funzione di protezione e sicurezza implicita nell’edificio. La piazzetta si estende ai lati e, contenuta da parapetti-panchina, è chiusa da due alberi. Sulla parte inferiore del terreno, accessibile dalla strada di quartiere, ci sono i posteggi di servizio. L’edificio si apre a sud con le feritoie del cantinato, la finestra a banda degli uffici e la terrazza di un appartamento con una struttura a berceau. Il perimetro dell’edificio, cesellato da un intarsio orizzontale, evoca il senso di protezione del forziere.