Concorso scuola media
2012 Chiasso

 Il progetto è concepito per completare l’assetto urbano dell’isolato definendo i limiti spaziali con le nuove strutture richieste in continuità con l’impostazione urbana di edificazione perimetrale iniziata con la realizzazione del MAX Museo e proseguita con l’edificazione delle nuove palestre.L’edificio delle aule speciali e la nuova pensilina su via Simen concludono conseguentemente la girandola delle emergenze architettoniche che con quelle vegetali dei parchi alberati circoscrivono il comparto.La piazza di copertura del posteggio è stata concepita quale piattaforma emergente di transizione con le preesistenze.L’esile volume dell’edificio si pone quale limite del comparto verso est definendo da un lato il piazzale su cui si affiancano le tre strutture scolastiche e dall’altro il percorso ciclabile.La struttura è costituita dalla contrapposizione di due lame a “L” la cui sovrapposizione alternata per piano genera le travi d’appoggio della soletta sovrastante e di sospensione di quelle sottostanti consentendo la luce di 14m delle finestre continue delle aule con semplicità ed economia costruttiva. Le pareti travi e le solette sono costituite da elementi prefabbricati in legno lamellare incrociato, dimensionati per le possibilità di trasporto stradale e per la razionalità di montaggio in cantiere.Per assicurare la durabilità dell’edificio le pareti lignee isolate con lana minerale e barriera al vento sono protette da una facciata ventilata costituita da pannelli di alluminio presso-piegato. Le grandi finestre delle aule orientate a est e a ovest sono schermate dall’insolazione con lamelle verticali forate e orientabili che consentono di mantenere la vista sull’esterno con la vetrata ombreggiata